_compagnia chronos3

Chronos3 nasce nel gennaio 2011 presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano dall’incontro di tre registi: Manuel Renga, Vittorio Borsari e Valentina Malcotti.
Al nucleo di partenza si sono aggiunti l'attore
Valerio Ameli nel 2017 e, per il comparto organizzativo della compagnia, si è aggiunta Elisabetta Bonelli.
Nei primi tre anni di vita la compagnia è stata una fucina creativa che ha dato origine a diversi progetti diventati poi veri e propri spettacoli, messi in scena con un gruppo stabile di attori diplomati alla Paolo Grassi.
I tre registi hanno creato progetti collettivi o singoli presentati nei teatri più importanti di Milano, in Lombardia e in Piemonte: Piccolo Teatro, Teatro Franco Parenti, ATIR, Teatro Libero, Teatro della Cooperativa, Festival di Asti, Festival Fringe di Torino, IT Festival Milano. 
Tutti i progetti targati Chronos3 si collocano nell’ambito della drammaturgia contemporanea mettendo in scena le opere di giovani autori impegnati ad indagare la complessa realtà dell’oggi.

Dal 2014 la compagnia è socia del Teatro Libero a Milano e dal 2016 Manuel Renga diventa co-direttore artistico del teatro.

Dal 2015 la compagnia fa parte del Circuito Ministeriale Multidisciplinare della Lombardia CLAPS Spettacolo
dal Vivo
, dando valore ad un lavoro che si sta consolidando sul territorio della regione.
Nel 2016 Chronos3 viene selezionata con altre quattro compagnie under_35 per il bando
NEXT di Regione Lombardia, circuitando così in alcuni importanti teatri (Teatro Verdi Padova, Teatro India Roma,
Piccolo Teatro di Milano).
Sempre nel 2016 il progetto

Circuito Contemporaneo / Switch on! 
vince il finanziamento triennale del bando FUNDER35 di Fondazione Cariplo.

Dal 2017 inizia una collaborazione
con la
Compagnia Centopercento Teatro nella direzione artistica della stagione
Circuito Contemporaneo Brescia

al teatro Chiostro San Giovanni di Brescia, che vede come partner e sostenitore la Fondazione ASM di a2a.

 

_manuel renga > regista / attore

 

Attore e regista, inizia nel 2007 il suo percorso artistico con Fondazione Aida a Verona e Scena Sintetica a Brescia.

Diplomato al corso di regia della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2013, studia tra gli altri con Renata Molinari, Josè Sanchis Sinisterra, Maria Grazia Gregori, Lella Costa, Marco Plini, Maria Consagra, Tatiana Olear e Laura Marinoni.  Nel 2012 segue la progettazione e la realizzazione del festival di teatro di strada e arte contemporanea “Come a Montmartre” sul lago di Garda. Nell’aprile 2013 partecipa al concorso “Nuova finestra sulla drammaturgia tedesca” e viene selezionato come regista di “Il Cane, la notte e il coltello”, di M. Von Mayenburg presentato al Piccolo Teatro di Milano. Dal 2012 ad oggi cura la regia di molte produzioni teatrali dei principali teatri milanesi e italiani, raccogliendo premi e menzioni in diversi concorsi nazionali.

Attualmente è drammaturgo e regista dei concerti/spettacolo della stagione de I Piccoli Pomeriggi Musicali al teatro Dal Verme di Milano. In ambito didattico tiene laboratori presso scuole primarie e secondarie ed è docente della Civica Scuola Paolo grassi di Milano.

Dal 2013 collabora con la direzione artistica di Isolacasateatro a Milano e dal 2016 è co-direttore artistico con Corrado Accordino del Teatro Libero di Milano. Dal 2018 si occupa di regia lirica, firmando Elisir d'Amore e Rigoletto per il Teatro Sociale di di Como e lavorando con Grahm Vick su Don Giovanni al Teatro dell'Opera di Roma.

 

_vittorio borsari > regista

 

Nato nel 1985, laureato in Filosofia alla Statale di Milano e diplomato alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi. Nel ruolo di assistente alla regia ha seguito i lavori di Giampiero Solari, Carmelo Rifici, Firenza Guidi e Silvio Peroni. Da due anni organizza con Manuel Renga la stagione teatrale “Circuito Contemporaneo” dei comuni di Carpenedolo (BS) e Toscolano Maderno (BS). Attualmente in turneè con tre spettacoli già presentanti nei teatri milanesi e ha cantiere con il nuovo testo di Emanuele Aldrovandi, neo-vincitore del premio Tondelli a Riccione. Ha lavorato in diverse vesti con le produzioni pubbliche e private più importanti in Italia: Teatro stabile di Trieste, Teatro stabile di Bolzano, Teatro Piccolo di Milano, Teatro Franco Parenti di Milano, Sky, Bags Enterteinment, Vodafone.Come aiuto regista nella stagione 2013 ha lavorato sui seguenti progetti:“Officina. Storia di una famiglia” regia di Carmelo Rifici, Teatro Stabile di Bolzano.“Cinecittà”, con Christian De Sica, regia Giapiero Solari.“Attori o corsari”, documentario Sky Arte in onda da dicembre 2013, regia Giampiero Solari.

 

_valentina malcotti > regista / attrice / graphic designer

 

Nasce sul Lago Maggiore, alla sua formazione teatrale affianca gli studi in Arti Visive e in Grafica che la
portano a lavorare due anni in ambito pubblicitario. Dopo aver frequentato Cinema Teatro ed Eventi
Culturali presso l’Università di Milano, dal 2006 al 2013 è membro dello staff organizzativo della Compagnia
Teatrale ATIR/Teatro Ringhiera. Si diploma nel 2013 presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di
Milano dove studia Regia e Recitazione. Nello stesso anno fonda, con i registi Manuel Renga e Vittorio

Borsari, la Compagnia Chronos3, per la quale lavora come attrice e cura la regia di diversi spettacoli fra cui: “Sequestro
all’italiana” di Michele Santeramo, “Nonna Resistenza”, “Il tenente e l’asino”, “Maria Sotterrata”. Lavora
come attrice con la compagnia Le Brugole in “Boston Marriage” di Mamet, nello spettacolo “Mamiù” di Riccardo Calabrò per la regia di Alice Lutrario, in "Giro di Vite" di James per la regia di Antonio Mingarelli, negli spettacoli "Peter Pan" e "Hansel e Gretel" della Compagnia di Teatro Colla. Dal 2011 lavora come aiuto regia in ambito cinematografico e collabora con il Teatro Periferico di Cassano Valcuvia. Attualmente segue come autrice diversi progetti per il video e come tutor il Laboratorio di Linguaggio Cinematografico presso la Scuola Paolo Grassi di Milano.

 

_valerio ameli > attore

 

Muove i suoi primi passi da professionista, all'età di 18 con la Compagnia dei folli, imparando l'arte della drammatizzazione su trampolo; compagnia con la quale continua a collaborare, sia dal punto di vista attorale che registico.

Nel biennio 2008/2010, si forma alla Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone, incontrando personalità come Claudia Busi, Pièrre Byland, Walter Pagliaro, Vittorio Franceschi.

Continua i suoi studi ricercando approcci sempre diversi all'arte della recitazione spaziando da Leo Muscato, Danio Manfredini, Peter Stein a Ricci Forte, Teresa Ludovico, fino a sperimentare il teatro fisico con Maria Carpaneto ed Elisabetta di Terlizzi.

Eleggendo Milano come città di partenza, Valerio Ameli collabora con varie realtà del territorio come il "Teatro dei Navigli", la compagnia "Chronos3", e la realtà "il filo di paglia".

Spazia anche in altri ambiti come il musical, in cui ricopre il ruolo di Otto nell'allestimento curato dalla Warner Bros "Scoobydoo e il mistero della piramide", o il teatro danza con "Il filo di paglia" nella produzione "Buco live".

Inizia a muovere anche i primi passi in televisione partecipando a sit-com quali "Bye bye Cinderella" e "i capatosta".

Associazione Culturale Chronos3 © 2013 /