top of page

CONFESSIONE di un ex presidente che ha portato il suo paese sull'orlo della crisi

IN SCENA

  • 14/04/24  ore 17:00 | Carpenedolo - Palazzo Laffranchi

CONFESSIONE di un ex presidente che ha portato il suo paese sull'orlo della crisi

In Confessione, c'è un ex presidente di un paese colpito dalla crisi come l'Argentina (o un qualsiasi altro presidente di un paese che la sera va a dormire e la mattina si sveglia con un paese povero e in pericolo). Difatti ci sono molte somiglianze tra la figura di Menem e Silvio Berlusconi o José María Aznar, per esempio.


Tutti sono ricchi, potenti, hanno amici industriali. Tutti erano fedeli alla dottrina liberale degli Stati Uniti d'America. Sono tutti laureati in legge, e paradossalmente sono stati tutti al di là della legge. E soprattutto, sapevano come sfruttare la loro immagine mediatica, costruendo un profilo “attraente” per i cittadini. Il personaggio dell'ex presidente parla un linguaggio semplice: si rivolge direttamente alla gente (pubblico), come fosse in tribunale,  per spiegare tutto ciò che è successo durante il suo mandato. Un'utopia dove solo la finzione teatrale può avere il privilegio di essere “vera”.

Crediti

di Davide Carnevali | Con Fabrizio Martorelli | Costumi Chiara Zanini | Progetto video Fabio Brusadin | Grafica Camilla Zanini | Regia Vittorio Borsari | Produzione Chronos3

Crediti

PER INFORMAZIONI


Elisabetta Bonelli 331.420.39.92

via mail: prenotazionichronos3@gmail.com


bottom of page