KYOTO / FRAGILE una storia quasi d'amore

di David Greig, regia di Vittorio Borsari

con Silvia Giulia Mendola e Alberto Onofrietti

Traduzione di Matteo Colombo

 

In KYOTO, ci troveremo in una stanza d'albergo: il microcosmo, asettico e poco familiare, dove Lucy e Dan (delegati agli incontri internazionali per la salvaguardia del pianeta) fanno i conti con una relazione mai “veramente” cominciata. I due, a distanza di anni dal primo incontro, cercano di scoprire la propria trasformazione e i loro desideri attuali: fanno i conti con le loro vite private e con scelte non più rimandabili. Un'ultima notte per scoprire cosa vogliono l'uno dall'altro, fino all'ultimo respiro, dentro la stanza.

Un'ultima notte per scoprire cosa vogliono l'uno dall'altro, fino all'ultimo respiro, dentro la stanza.

Specchiandoci e rivivendo le nostre vite con quelle di Dan e Lucy non faremo altro che sentire il rapporto sottile tra le vite individuali e la storia collettiva dove siamo cresciuti: i sogni e i desideri di questa coppia sono infatti attecchiti all'interno delle connessioni internazionali che il nostro mondo, oggi, offre a un gran numero di persone del pianeta.

Un'ultima notte per scoprire cosa vogliono l'uno dall'altro, fino all'ultimo respiro, dentro la stanza.

 

Con FRAGILE, incontreremoJack, cliente di un centro di salute mentale che rischia la chiusura. Si presenta nel cuore della notte alla porta di Caroline, direttrice del centro, minacciandola con un piano estremo. Un altro microcosmo che soffoca e rischia di distruggere l'anima fragile di Jack: l'unica risposta possibile a questa mancanza d'amore è la minaccia.

I potenti mezzi del teatro offriranno al pubblico la possibilità di partecipare attivamente a questo monologo, interagendo con l'attore sul palco.

Associazione Culturale Chronos3 © 2013 /