Portami in un posto carino

Christian e Carlo sono due ragazzi che abitano in un'anonima cittadina del Nord Italia, uno di quei posti immersi nel gelo e nella nebbia in cui tutti conoscono tutti e la grande città sembra lontana anni luce.Carlo è esuberante e sognatore, Christian è introverso, impenetrabile, e fidanzato con Giada, rampolla della famiglia più ricca del paese. E poi c’è Annina, la titolare del salone di bellezza più frequentato della zona.Le vite dei quattro protagonisti iniziano ad intrecciarsi quando Carlo e Christian si incontrano in una chat gay e si danno un appuntamento.Le cose si complicano ancora di più quando la routine della vita di provincia viene sconvolta da un brutale episodio di violenza omofoba: un ragazzo viene ritrovato in fin di vita nel bosco che confina con il paese. Un ragazzo che tutti conoscevano...

Una scrittura contemporanea, asciutta e tagliente racconta una storia di crescita e scoperta di sé, una favola notturna e pop che attinge a piene mani dal cinema, dalla televisione, dalla letteratura e dalle arti visive, traendo ispirazione da Ken Loach, Larry Clark, Gus van Sant, Gregory Crewdson, Joe Lansdale, David Lynch, Richard Yates e Joyce Carol Oates.

di Tobia Rossi, regia di Manuel Renga

con Elisabetta Torlasco, Chiara Anicito/Veronica Franzosi, 

Daniele Pitari e Tomas Leardini

PORTAMI IN UN POSTO CARINO

"C’è tanto amore, dunque, in questo spettacolo: l’amore cercato e inseguito, quello tenuto lontano e quello che si tenta disperatamente di legare a se’, anche quando è chiaro che ogni sforzo sarà vano." Teatro.org

La bravura e l’impegno dei giovani artisti coinvolti si rivela il punto di forza di uno spettacolo capace di restituire, con tratto acuto, voci che appartengono alla nostra quotidianità fatta di miserie e speranze.” Stratagemmi

Associazione Culturale Chronos3 © 2013 /